Gio 30 Marzo 2017

Effetto farfalla

 
autore di Francesca Falchi |

Sono questi giorni funesti, nei quali una tragedia di proporzioni mondiali ha investito cinque miliardi e più di persone.
No, non parlo della straripante visione del lato B di Valeria Marini al GF Vip, che in confronto la superficie dell’Amazzonia sembra quella dell’aiuola sotto casa. Parlo del divorzio dei Brangelina, la coppia Zoppas per eccellenza, rottamata senza lo zampino di Matteo Renzi, demolita senza la ruspa di Salvini.

E no, la colpa non è di Brad, che per tenere a bada i figli pare si esercitasse nel remake di Un lupo mannaro americano a Londra persino sul jet di famiglia. Il vero motivo è L’EFFETTO FARFALLA.
«Può, il batter d'ali di una farfalla in Brasile, provocare un tornado in Texas?» si chiedeva Edward Lorenz.
“Può la creazione di una coppia in Italia per una televendita, provocare la polverizzazione di una coppia inossidabile negli Stati Uniti?» mi chiedo io. La risposta è SI’.

Lei, Stefania Orlando, che si è fatta I fatti vostri per anni, colei che rendeva il Lotto alle Otto il Crazy Horse italico e adesso l’hanno messa a fare il giudice di Dog Factor, che mancano solo Flora Dora di Limiti, Uan di Bonolis e Hass Fidanken di D’Angelo e capisci che se arriva Cujo di King l’Apocalisse è alle porte.
Lui, Alessandro Greco, che aveva fatto Furore alla fine degli anni ‘90, il pupillo del duo Carrà-Japino, l’unico a non essere stato lanciato nell’Empireo ma piuttosto fuori pista, che in confronto Will Coyote è Gastone Paperone.

Lì, sullo schermo del mio televisore, ecco i "Grelando" (o gli Orlaco, fate voi) vendere reti e materassi. La Stefi mi si propone come: biologa dell’orrore, parlando di pelle morta, peli ed escrementi di acari tra i quali rischio di far dormire i miei figli; carpentiere ecosostenibile, decantando reti di multistrato di faggio con giunti in caucciù; esperta vascolare dell’Armageddon, intimorendo con ritenzione idrica, cellulite, vene varicose. L’Alex si destreggia tra: lo pneumologo della terza età, paventando russamenti (?), apnee notturne e reflusso gastroesofageo; l’ingegnere omicida, invitando a pigiare il pulsante per espellere il coniuge “russoso” dal letto in una sola mossa; l’architetto alla Siffredi, descrivendo “giroletti” come fossero spogliarellisti ungheresi (freschi, disinvolti, informali).

A questo punto cari dirigenti RAI, pretendo, quale abbonata, che restituiate a questi due talenti il giusto spazio. Perché, se riproponete Pippo Baudo con un nuovo look studiato dagli imbalsamatori di Padre Pio e contrabbandate Heather Parisi dalla Cina infilandola dentro un ovetto Kinder al posto della sorpresa, esigo Alex a Uno mattina a condurre Effetto Primavera Estate Autunno Inverno incollando i pezzi di Rita Forte prima di ogni diretta e reclamo la Stefi in serale (oltre le otto senza il lotto) a cantare la sua hit: “a Troia /con gioia/ incontri il tuo boia”.

Tutto questo spero che accada prima che il prossimo battito d’ali trasformi il Movimento 5 Stelle in una setta monocratica e Grillo ascenda al cielo come la Madonna.