Mer 20 Settembre 2017

Un feeling speciale sulla passerella a quattro zampe

 

nuove professioni

Non ha paura, ha un fisico imponente, soprattutto è amante dei cani e comunica con loro. Caratteristiche giuste per fare l’handler. Classe’ 96 Marta Vitone, piccola ma già professionista, è un'accompagnatrice dei quattro zampe sul ring nelle esposizioni canine (regionali, nazionali e internazionali).

Si descrive una ragazza solare, simpatica, dal carattere forte e deciso, ambiziosa e un po' testarda ma sempre con la testa sulle spalle, i piedi ben saldi a terra. La sua passione più grande sono gli amici a quattro zampe. «Non si smette mai di avere sogni nel cassetto e io non ne ho solo uno: affermarmi come handler e di vincere un giorno un mondiale». E noi glielo auguriamo.

Come è nato l’amore per i cani?
È nato quando sono nata io, ho sempre vissuto con i cani, molte persone mi hanno detto che sono nata per fare questo lavoro. Ho sempre frequentato campi di addestramento e di agility dog, due europei il primo in Austria il secondo nel 2014 a Milano. Grazie anche ai miei genitori che mi hanno sempre sostenuta in questa passione.

"Handler" sta per conduttrice di cani sul ring. Da quanti anni lo fai?
Ho iniziato a frequentare l’Expo dall'età di 10 anni, e ora ne ho 20. Inizialmente portavo solo i miei cani, staffordshire bull terrier e cane corso. Poi quelli di alcuni privati e di allevamenti come Del tempio degli shar pei di Bari, Skorpion bull house e Maxstaffy kennel che hanno iniziato ad affidarmi i loro soggetti da presentare sul ring delle Expo. Da qui si afferma la mia carriera.

Come si diventa handler e quali attitudini bisogna avere?
La prima cosa che bisogna avere è tanta passione e fare tanti sacrifici, avere polso per riuscire a gestire il cane. Per diventare handler sono obbligatori corsi e stage e tanta pratica e gavetta con i big.

Tutti i cani possono salire sul ring?
Quelli che posseggano il pedigree possono partecipare all’ Expo. Ogni cane, ogni razza ha una presentazione a sé, diversa.

Per un cane è stressante sfilare?
Le Expo sono stressanti un po' per tutti, ma penso che un cane preparato, che ha piacere a stare nel ring e a lavorare con il proprio handler o proprietario, accusi molto meno lo stress.

Quanto tempo e qual è il segreto per raggiungere il giusto feeling tra conduttrice e cane?
Non c'è un tempo stabilito per creare un feeling con un cane. La prima volta che presentai uno Shar Pei capitò per caso, lo provai due minuti prima di entrare in ring, e dal momento in cui ci guardammo negli occhi scattò qualcosa, un amore grande. Così Matilde (questo il nome del cane) dal giorno preferisce sfilare con me e della sua padrona non ne vuole sapere.

Quanti cani hai?
Attualmente 9 e anche i miei partecipano alle Expo, non solo in Sardegna ma in Italia e non solo. Sul ring ho sempre ottenuto dei buoni risultati sia con i miei cani che con quelli dei mie clienti. Matilde, lo Shar Pei, ha chiuso il campionato italiano di bellezza.

Che consigli daresti a chi vuole scegliere un allevatore per comprare un cane?
Consiglio prima di tutto di informarsi sul tipo di razza, studiare lo standard, visitare più di un allevamento e soprattutto di non aver fretta. Vedere di persona l'allevamento e lo stato di detenzione dei cani, informarsi sulle possibili patologie genetiche che ogni razza potrebbe avere e di conseguenza chiedere all'allevatore i test e le lastre per la displasia. Il cucciolo non deve essere preso prima del compimento del secondo mese di vita, deve essere già microchippato e con almeno un vaccino.

 

 

©Riproduzione riservata