Ven 28 Aprile 2017

Banksy a Cagliari. In mostra il più celebre street artist al mondo

 

arte

«Era il 1996 quando l’ho conosciuto. Era un ragazzino qualsiasi che andava in giro a fare stencil di topi sui muri di Londra e lo potevi incontrare facilmente in un bar». Il ragazzino si chiama Banksy, oggi i suoi stencil valgono sino a 1.8 milioni di dollari, ed è il più noto street artist al mondo. A raccontare di quando i suoi segni grafici valevano 60 sterline è Matteo Donini, proprietario della galleria milanese The Don Gallery da cui provengono le opere in mostra da ieri, da The AB Factory, per la prima volta in Sardegna.

La galleria d’arte di ispirazione neworkese in via Alagon a Cagliari ha inaugurato in collaborazione con Art Backers la mostra "Multi Street ART " con un vernissage a posti limitati (500) che ha registrato il tutto esaurito già da una settimana. Sono quaranta le opere esposte sino all’8 gennaio, tra multipli e pezzi unici, con le firme di street artist di fama mondiale.

Le opere di Banksy in mostra (quotate attorno ai 30 mila euro) sono cinque. Accanto alla sua versione della lattina Tomato Soup di Wharol e ai topi, che sono l’immagine con cui l’artista di Bristol “firmava” i muri di Londra, ci sono due opere simboliche della sua ironia irriverente: Wiston Churchill con la cresta punk e la versione pornografica della regina Vittoria. Dalla galleria milanese sono arrivate anche le opere di Invader, Kaws, Jonone e Ron English, con la sua visione dissacrante del mondo disneyano.

A completare l’esposizione, le opere della collezione di Art Backers, la startup made in Sardegna capitanata dal curatore della mostra Andrea Concas per aiutare gli artisti nella distribuzione con edizioni limitate e costi accessibili.

Sulle pareti grigie dell’open space, mentre dal soppalco la dj Nostalchic mixava musica Indie, rock e Old Disco Music, il pubblico ha potuto ammirare le tele e le serigrafie di Shepard Fairey, autore dell’immagine simbolo della campagna elettorale di Barack Obama e coautore con Banksy del docu-film candidato all’Oscar Exit Through the Gift Shop, Mr. Brainwash col suo Batman/Superman su sfondo a fumetti, Simone Fugazzotto e le sue scimmie, Crisa, i volti femminili di La Fille Bertha, Fidia Falaschetti, Giorgio Casu, Manu Invisible e Andrea Casciu che durante la serata si è esibito in un live painting nello spazio print house per realizzare una versione inedita dell’Uomo Cosmico, il suo soggetto di elezione.

E di cosmico c’è qualcosa anche nelle opere di Banksy che, col loro linguaggio iconico, rendono universalmente comprensibile il suo messaggio.

Mi piace pensare di avere il coraggio di far sentire la mia voce in forma anonima in una democrazia occidentale ed esigere quelle cose in cui nessun altro crede, come la pace la giustizia e la libertà”.

©Riproduzione riservata

Tags: arte   mostra   street art