Mar 22 Agosto 2017

Tutti i nomi e gli eventi del festival Leggendo Metropolitano 2017

 

festival

La nona edizione del Festival internazionale di letteratura Leggendo Metropolitano, che dall’8 all’11 giugno animerà Cagliari con oltre 50 eventi e 70 personalità del mondo scientifico e culturale, quest’anno è dedicata alla memoria. Le riflessioni verteranno sul difficile equilibrio Tra la memoria e l’oblio, perché a osservarne gli abusi e le distorsioni di cui è capace il nostro cervello, sembra lecito domandarsi se, a volte, non sia meglio dimenticare.

A raccontare il tema è Saverio Gaeta, direttore artistico e organizzatore del Festival. Alla presentazione di mercoledì, gli assessori regionali alla Cultura, Paolo Frau, e alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Dessena, al Turismo regionale, Barbara Argiolas, e del Comune di Cagliari, Marzia Cillocu, lo hanno riconosciuto come uno degli appuntamenti culturali più importanti per l’Isola. 

Il festival, che si svolgerà nei bellissimi scenari dei Giardini Pubblici e del Teatro Civico di Castello di Cagliari oltre ai luoghi coinvolti per gli eventi collaterali, vedrà grandi ospiti, come il Presidente del Senato, Pietro Grasso, e il giornalista d’inchiesta de L’Espresso, Lirio Abbate, tra i cento eroi dell’informazione secondo Repoters sans Frontières.

Grandi scrittori si confronteranno sul rapporto tra memoria, letteratura e vita: il premio Strega Edoardo Albinati, il tedesco Emanuel Bergmann, Carmine Abate, Gianni Biondillo e lo spagnolo Sergio del Molino. Anche la scienza e la tecnologia sono protagoniste a Leggendo Metropolitano 2017: sui meccanismi del cervello, su memoria e digitale interverranno tra gli altri la neuroscienziata Premio Leibniz Hannah Monyer e Derrick de Kerckhove, erede intellettuale di Marshall McLuhan. 

Tra i moltissimi eventi collaterali di questo festival spiccano il laboratorio allOrto Botanico "Biblioteca Vivente", la mostra dello street artist Manu Invisible ispirata ad Antonio Gramsci, le passeggiate tematiche di Legambiente, i BookCamp sotto il grande albero ai Giardini Pubblici, il laboratorio e il concerto dei Gaudats Junks Band, che suonano strumenti musicali nati dal riciclo di oggetti di scarto, e la maratona cinematografica "Notturno Metropolitano" che da mezzanotte alle 6 del mattino proietterà i film scelti in collaborazione con la Fondazione Film Commision all’Hostel Marina.

Quest’anno, l’ingresso nel viale dei Giardini avrà anche un’area dedicata alla LetteraturaChilometro0 dall'AES-Associazione Editori Sardi e un corner coordinato dal Circolo dei Lettori Miele Amaro per le presentazioni. Tra le novità, C’è un posto (anche) per te, un progetto in collaborazione con il Policlinico Universitario di Cagliari, che porta gli appuntamenti del festival in streaming nella hall dell’Ospedale, e Voci dal passato (in collaborazione con l’Associazione Orientare, l’Associazione Editori Sardi e la Mediateca del Mediterraneo) un’occasione di diffusione della cultura realizzata predisponendo l’ascolto di audiolibri (8, 9 e 10 giugno alle 16.00 nella Grotta della Vipera, in anteprima, sabato 20 maggio alle 16).

Il festival, utilizzando solo energia verde, carta riciclata, macchine a trazione ibrida e offrendo al pubblico acqua della rete idrica comunale, è ecosostenibile. Per recuperare le inevitabili emissioni di CO2, partecipa al progetto di riforestazione in Basilicata di AzzeroCO2 e ha il patrocinio del Parlamento Europeo, Ministero dei Beni Culturali, Ministero degli Affari Esteri, Assessorati alla Cultura e al Turismo della Regione, gli Assessorati alla Cultura e al Turismo del Comune di Cagliari, Fondazione Sardegna, Università degli Studi di Cagliari, Istituto Italiano di Cultura di Cracovia, Fondazione Agnelli, Legambiente Italia e Legambiente Sardegna.

Il programma completo 

 

 

 ©Riproduzione riservata