Lun 21 Agosto 2017

A Fonni uno spazio per donne e bambini vittime di violenza domestica

 

no alla violenza

L’associazione Onda Rosa invita la cittadinanza tutta alla conferenza stampa di presentazione del progetto “Il Canguro Verde: spazio bimbi vittime di violenza domestica” che si terrà nell’aula consiliare del Comune di Fonni, martedì 25 alle ore 10,30. L'azione realizzata grazie al finanziamento della Fondazione di Sardegna in partnership con i Comuni di Nuoro, Fonni e Silanus è la prima azione Italiana di sostegno concreto alle donne e ai bambini usciti nei due anni precedenti dalla Casa Rifugio del Centro Antiviolenza.

Il luogo pensato e realizzato sui principi della Convenzione di Istanbul e dell’Intesa Stato Regioni è uno spazio di sostegno concreto, totalmente gratuito, fruibile dai bambini/e e dalle donne nelle 24 ore e nei 365 giorni l’anno.
Uno spazio di sostegno alle donne madri nel riprogettarsi la loro vita e ai bambini/e come spazio sicuro che riconoscono come luogo di libertà, dove poter stare serenamente in assenza della madre e dove poter portare i propri bisogni educativi e di sostegno in quel particolare momento di transizione dal mal-trattamento al buon-trattamento.

 

Le donne per riprogettare una nuova vita priva di violenze necessitano anche di un sostegno pratico e l'associazione Onda Rosa ha desiderato e fortemente voluto ribaltare il paradigma del sostegno, inteso come nostro lavoro cura, mettendo al centro del lavoro con le donne. In questo contesto le donne si curano le une delle altre, ma possono anche avere cura di se stesse in un processo di“manutenzione” nel riprogettare una nostra vita con uno sguardo in avanti.

Il Canguro Verde, si caratterizza quindi non come un servizio, ma come uno spazio di relazione sia per le donne che per i minori, che hanno un’esperienza comune di violenza e la condivisione di questo consente di attivare le forze e di verificare i risultati delle scelte personali intraprese. In una condivisione di molteplicità di capacità utilizzate, di rete di relazioni, di crescita di sicurezza e consapevolezza che moltiplicano in un circolo virtuoso l’efficacia dei progetti di ogni singola donna.